Emmepi infortunistica Stradale : Danni contrattuali

Il settore che più di ogni altro “genera” danni risarcibili è quello da inadempimento contrattuale, da vacanza rovinata per colpa del tour operator, da allagamenti condominiali ecc; le fattispecie sono le più varie.

Emmepi infortunistica Stradale potrà fornire validissima e preparata assistenza e consulenza.

Il danno contrattuale racchiude, in realtà, molte ipotesi differenti tra loro, anche se riguardano essenzialmente sempre un inadempimento.
  • · Danno da aspettativa non realizzata: viene risarcito al contraente l'esatto corrispettivo di quanto si sarebbe aspettato dall'esecuzione del contratto. Va precisato che l'aspettativa non riguarda soltanto il ricevere un bene o un'utilità (danno emergente) ma anche di poterne fare uso in seguito (lucro cessante). Questa distinzione è importante, perché prefigura un risarcimento anche se l'altra parte non ha ancora adempiuto al corrispettivo monetario (teoria della differenza).
  • · Danno da affidamento: impostazione completamente opposta alla prima, riguarda la condizione del contraente qualora non avesse stipulato il contratto e qualora quest'ultimo si sia rivelato inadempiuto, sia per volontario inadempimento dell'altra parte sia per invalidità o inefficacia successiva. Si parla in questo caso di interesse contrattuale negativo. Si tutela l'affidamento riposto dal contraente nella buona esecuzione e validità del contratto, e non della corretta esecuzione dello stesso come nell'ipotesi di danno precedente, la quale ha un carattere dinamico mentre in questo caso si considera l'aspetto statico di un fatto storico che ha causato danno.
  • · Danno da risoluzione del contratto: la risoluzione di un contratto non pregiudica il successivo risarcimento, come sancito dall'art.1458, ma esonera soltanto l'altra parte alla prestazione obbligatoria. Se per alcuni è un'ipotesi particolare di "danno da affidamento", cui sopra, per il fatto che un contratto risolto è come se non fosse mai stato efficace, altra dottrina e prevalente giurisprudenza nega questa impostazione ritenendo meritevole anche l'interesse positivo del contraente che ha risolto il contratto. Non è però assimilabile al primo tipo di danno, in quanto è lo stesso risolutore a rinunciare a tale prestazione, pertanto l'unico danno risarcibile è quello relativo al lucro cessante
  • · Danno da carente protezione: i relativi rimanenti danni capiti occasionalmente durante l'esecuzione del contratto, in principio non ritenuti tutelabili ma successivamente ritenuti parte dell'adempimento.


Azienda e Fondatore

MASSIMILIANO PIRONACI, nasce il 07.03.1979 a Catanzaro. Sin da piccolo si dedica alla sua grande passione per i motori iniziando nel 2001 ad operare nel campo assicurativo.

Nel 2003 dopo aver superato il concorso per l’iscrizione a ruolo nazionale dei periti assicurativi collabora con un importante studio peritale del luogo che diventerà uno studio di consulenza infortunistica stradale.

Dopo diversi anni di collaborazione nel 2010 decide di mettersi in proprio e fondare l’emmepi infortunistica stradale.